A cinque anni dall’uscita, The Elder Scrolls: Skyrim di Bethesda è ancora un titolo da giocare e in grado di vendere copie. La software house lo sa e ha bisogno di diffondere il verbo degli antichi anche sulle console di ultima generazione. Per mostrare i muscoli di queste macchine da salotto old but new, hanno pensato di rivisitare il motore grafico, aggiungendo tutte quelle migliorie che da cinque anni i modder aggiungono alla versione PC.

Dato che il lavoro da fare è sui sorgenti del gioco, questo upgrade verrò rilasciato a costo zero a tutti i possessori della versione ultimate su PC per cui, se non ce l’avete ancora, correte a prenderla.

Il gioco è quello che è sempre stato, probabilmente ci dedicheremo una recensione “fuori dal tempo” ma per ora vorrei dedicarmi a un veloce confronto. Un confronto tra la versione giocabile prima dell’upgrade e la versione “vanilla” dopo l’upgrade.

Il confronto è necessario in quanto negli anni i modder hanno saputo correggere gli errori del gioco, migliorare l’interfaccia e inserire effetti e texture in alta definizione, rendendolo più che godibile in 4k già ora, alcuni esempi sono stati inseriti nel mio articolo sulla grafica. Sarà riuscita Bethesda a mantenere alto “l’onore” del titolo? Siamo davanti a un remaster/downgrade per le console non proprio next gen? Cercherò di rispondere più avanti…

Skyrim 4k
…le magie dei modder…

Il confronto generazionale

Per il confronto ho deciso di usare la mia versione di Skyrim, la Ultimate con i DLC Dragonborn, HeartFires e Dawngard che al momento monta le seguenti mod:

  • Unofficial Legendary Edition Patch: patch correttiva che corregge la qualunque, migliora alcune texture, elimina problemi di script fatti male, insomma quello che ci si aspetterebbe da Bethesda ma fatta dai modders.
  • HighRes Texture Pack: pacchetto di texture UFFICIALI. Nel 2012 è stato rilasciato un pacchetto ufficiale di texture, ma comunque non ad altissima risoluzione e non per tutti gli elementi. Quindi se attivate solo questa ci saranno elementi a bassissima risoluzione affianco ad elementi ad alta…
  • SkyUI: miglioramento dell’interfaccia grafica, tutti i controlli e i menu vengono ridisegnati in modo più “smart” e meno “consolaro”. L’organizzazione dell’inventario ha una categorizzazione intelligente e gli effetti vengono illustrati assieme alle caratteristiche numeriche (valore, peso, etc)
  • moreHUD: complementare a quella precedente, aggiunge informazioni all’interfaccia.
  • Wet and Cold: mod interessante che aggiunge molte caratteristiche al gioco: più neve, più effetti del freddo. I personaggi si vestono con il cappuccio quando piove o nevica, viene aggiunto il calore del respiro e altre interazioni legate al freddo e tante altre piccole cose.
  • Unofficial High Resolution Patch: texture ad alta definizione, io ho scelto il pacchetto a 2K perché a risoluzione più alta non potrei godermi il gameplay. Inoltre vanno a correggere dove mancano i pacchi ufficiali e ne aggiunge di migliori.

Tutte, a parte i DLC e quella ufficiale, sono state installate attraverso il Nexus manager, come ogni buon fan della serie. Per confrontare le versioni, ho scattato degli screenshot negli stessi posti da entrambe le versioni, cercando di mantenere il livello di qualità simile (ultra e filtraggi al massimo) in entrambe le versioni. A seguire la galleria con gli scatti della versione “vecchia”:

e ora gli stessi posti nella versione nuova:

Skyrim Special Edition?

Come avrete potuto ammirare dalle gallerie di immagini, il miglioramento non si palesa in una rifinitura dei modelli o una sostituzione delle texture, ma principalmente in un gioco di luci e ombre. Per chi è avvezzo al panorama delle mod, conosce bene le ENBSeries, mod degli shaders in gradi di regalare emozioni e foto realismo fin da GTA:SA e quello che sembra di giocare è proprio uno Skyrim con una bella mod di luci e colori atta a dare più immersività ed emozioni nel mondo di gioco.

Sunset Skyrim Special Edition

Come si vede dall’immagine del tramonto, l’acqua è più naturale, le sfumature dell’occlusione ambientale sono più evidenti e l’atmosfera è più viva: i colori sono stati enfatizzati, resi più intensi e vividi, la sensazione è piacevole generalmente. Gli ambienti interni rendono molto di più della versione standard e la presenza di un focolare infonde calore solo a guardarlo. Le ombre sembrano “dinamiche”, di sicuro sono più sfumate e meno nette, la sensazione anche in questo caso è di maggiore naturalezza.

Special Edition: Casa dolce casa
Special Edition: Casa dolce casa

Le migliorie comprendono anche una serie di dettagli aggiunti, il gioco sarà scoprirli tutti, e l’intensificazione di vegetazione e fogliame: se nella versione originale già l’illusione era accettabile, ora avremo vere distese d’erba, sempre la solita ma più presente. I momenti migliori come ho già detto, e come avrete intuito, sono appunto quando il sole sta calando o si sta alzando, avremo dei quadretti di tutto rispetto in questi momenti della giornata, negli altri momenti a mala pena noteremo l’impatto estetico di queste finezze.

Remaster pulita? magari…

Non tutto ciò che luccica è oro, né tanto meno ciò che è rimasterato è meglio della versione originale. Come avete visto dal confronto tra la versione originale e la versione moddata, manca una parte importante di quello che si può chiamare remaster: le textures. Se nel 2011 era accettabile che a 1080p si cominciasse a notare l’effetto delle texture a bassa risoluzione, ora sembra di un’altra generazione.

neve!
La neve che si posiziona secondo un pattern striato preciso..

Se, nonostante la bassa risoluzione, sembrano accettabili sulla versione standard, quando andiamo a vedere il confronto con la versione vecchia ma moddata con le texture ufficiali (e non) la differenza è notevole: ammetto che quando misi le texture nuove non apprezzai così tanto il miglioramento estetico, ora lo capisco meglio.

Nella mia versione moddata di Skyrim non ho ENBSeries montate, perché pesano tanto, ma ho spazio VRAM per cui le texture in alta definizione riesco a caricarle senza problemi. La Special Edition invece preferisce avere texture più sgranate, osservate i dettagli delle pietre dei gradini e muri o il cielo stellato, ma “offuscate” dalla montagna di effetti grafici. Questo abuso di shader pompati fa si che il mio sistema, che gira a Ultra nella versione standard, 60fps e texture 2K, venga visto come un sistema di fascia bassa per girare nelle stesse condizioni ma texture ben peggiori.

Naturalmente tutte le foto scattate e allegate alla pagina riguardanti la Special Edition sono state scattate impostando il sistema su Ultra, con tutti gli effetti al massimo. In questo modo il gioco girava a 20fps scarsi, lo ammetto non ho un PC divino ma comunque regge ancora bene la versione standard del gioco ultra moddata.

…quindi? cosa ne pensi?

Abbiamo un titolone, uno dei must-have degli anni 2010s: il mondo online va ancora avanti a meme e citazioni del gioco che ha fatto impazzire la mia generazione agli inizi dell’università con terribili risultati sulla carriera scolastica. Questo “remaster” è niente di più che la versione standard con una grossa mod di effetti grafici montata di serie sopra e il titolo ne guadagna. Se dovessi consigliare l’esperienza prima o dopo il remaster, consiglierei Skyrim a tutti coloro che non l’hanno giocato di farlo ora: ne rimarrete innamorati come lo furono quei ragazzi nell’autunno 2011. Se avete la versione “vecchia”, per il momento vi consiglierei di aspettare: le mod migliori arriveranno anche su questa versione e presto avremo uno Skyrim degno del 4K.  Bethesda non ha semplicemente implementato due lucine e quattro ombrette, ha messo mano anche a qualche impostazione del gioco: nel menu principale, appare una sezione dedicata alle mod, vedremo se il supporto sarà migliorato solo col tempo.

Mod ufficiali?
Mod ufficiali?

Cosa ne pensi? Scrivi qualcosa